. : r e t r o f u t u r : .

site mapsearchprint preview
VORIGES:   Weitere Liftanlagen am Fuss des Furgggrat
NÄCHSTES: Kinothek
Testimonianze
/Zeitzeugenberichte (ital.)

Se hai vissuto la funivia e la famosa "pista 9"... lascia un commento a fine pagina p.f.! Il tuo commento poi viene inserito nel testo di questa pagina dal gestore del sito, Kris :-)

 

"Vanni", 29.3.2010 su www.retrofutur.org

Che spettacolo

Sono riuscito a salire per alcune volte prima che la chiudessero ed ogni volta era un
tuffo al cuore. peccato sia antieconomico ripristinarlo. Una grande perdita in termini di
paesaggio ed emozioni.

 

"Maomino", 20.03.2010 su www.funivie.org:

Il Furggen - un mito

Ho 47 anni ho avuto la fortuna e il privilegio di fare la pista del Furggen diverse volte, più o meno 12/15 volte a partire dal '78 fino alla sua (ahimè) chiusura. I miei ricordi sono particolarmente nitidi, perchè già allora era una pista mitica e vi erano notizie di diversi sciatori che nel corso degli anni, avevano purtroppo perso la vita. Alla partenza di Plan Maison ricordo una lavagnetta nera, dove con il gesso era raccomandata la salita "solo agli sciatori più esperti" e poi la salita con quella che già allora era una piccola funivia, che più o meno dalla metà del percorso in sù era davvero impressionante, in quanto l'altezza rispetto alle piste sottostanti (gli sciatori sembravano proprio formichine) e vicino all'arrivo potendo idealmente mettere una mano fuori dal vetro verso valle, si poteva toccare la fune traente tanta era la pendenza. Poi nelle giornate più ventose, il lentissimo avvicinamento alla stazione d'arrivo e credetemi, il dondolio della funivia a volte per diversi minuti sospesi a 800 metri d'altezza, dava brividi anche al manovratore. Pur essendoci salito più di una dozzina di volte, l'opzione di partire dalla cresta non sono mai riuscito a sfruttarla, perchè sempre chiusa (si diceva sempre perchè troppo pericolosa). Per cui io ho sempre percorso il tunnel in discesa scavato nella roccia e più di una volta ho contato ben 270 scalini! Alla fine del tunnel vi era una porticina in ferro, che dava su una piccola piazzola, dove 5/6 sciatori al massimo potevano mettersi gli sci, ma dopo la discesa buia nel tunnel, il panorama che si apriva nella luce abbagliante era stupendo, proprio a fianco del maestoso Cervino (per chi non arrampicava era il punto migliore e più vicino per vedere la vetta) e per i più era quasi scontato (anche se uno po' banale) salutare Mike Bongiorno (famosa in quegl'anni la sua pubblicità della grappa, "sempre più in alto!").
Nei vari post inoltre, ho letto alcune imprecisioni nel racconto del tracciato della pista e anche qui vorrei dare il mio contributo: il 1° muro era molto in pendenza (ma mi pare comunque un filo meno rispetto all'inizio del Canalone di Madesimo), lungo più o meno 250/300 metri, non mi pare proprio vi fosse alcun ghiacciaio, a mio parere era ed è un nevaio tutt'oggi e dunque eventualmente ancora percorribile in inverno; ovviamente non era battuto ed è vero che era sufficientemente largo per effettuarlo anche con ampie diagonali, ma le combinazioni tra pendenza, la discesa in neve fresca e per il fatto che al termine del muro vi erano parecchie rocce aguzze, oltre le quali c'era un salto nel vuoto di 4 o 500 metri, l'adrenalina dunque era comunque al massimo livello perchè in caso di caduta la cosa migliore che potesse capitare, era di fermarsi contro le rocce. La pista poi proseguiva verso destra e attraverso spettacolari curvoni in mezzo ad enormi panettoni, si giungeva in un anfiteatro naturale proprio sotto il Cervino. Un luogo veramente straordinario e unico! Poi la pista continuava dentro e fuori la morena fino all'arrivo. Il Furggen. Un mito.

 

"Doctor Powder", 18.3.2009 su www.skiforum.it:

Una lacrima di bei momenti

Di un mondo di si che non ci sarà più! A ricordo di quella mitica pista ed impianto, spero proprio che la conca del Furggen resti fuori da ogni nuovo progetto della Cervino S.P.A.! Risalire la 9 con le pelli resta sempre per me una grande emozione. La galleria chiusa offre l'emozione eterna di partire dalla cresta vera e propria dove oltre quelli del soccorso scendevano gran pochi. Eeeeeeehhh, vecchio scarpone, quanto tempo é passato........E pooooowderrrrr doc!


"Edo", 18.3.2009 su www.skiforum.it:

La funivia era una delle più ardite

La funivia era una delle più ardite del mondo, oltre 3 km di campata unica per una funivia vecchissima con cabine da 25 persone. E' l'impianto era mitico anche x questo, con cabine da 25 persone si formavano code immense e quindi essere riusciti a salire sul furggenn non era cosa da poco! Ovviamente faceva paura perche era vecchio, traballante e lungo!
Era mitico anche l'accesso alla pista, prima della costruzione del tunnel si doveva passare su una cresta pericolosa dove parecchia gente si è ammazzata, poi hanno costruito il lunghissimo tunnel che si vede in foto, tutti scalini, infiniti, e dopo avere aspettato ore per potere salire, fatto il viaggio con la mitica funivia ed avere percorso tutto il tunnel finalmente arrivavi alla famosa pista, che non era niente di così difficile , ma è tutto l'insieme che era leggendario!! La sua dismissione è stata la peggior cosa che mi potessi aspettare, non pensavo che cervinia potesse rinunciare ad una vetta leggendaria così, e come se a chamonix il prossimo anno dismettessero il grand montets!

 

"Marmottone", 18.3.2009 su www.skiforum.it:

Il Furggen scatena sempre tanta nostalgia

Io lo vedo come una vittoria della montagna sull'uomo. Alla fine, l'uomo ha pensato che il gioco non vale la candela. E sulla montagna e' tornato il silenzio, anche se rimangono i ruderi.

 

 

 

  Comment on this page...
3: Guest - 10 months ago Apr 9, 2016 8:56:54 PM
Ho imparato a sciare a Cervinia negli anni 70 e mi ricordo il maestro ci porto 
a fare una sola volata la pista del Furggen. Ricordo nitido dopo tanti anni: 
il tunnel nella roccia e poi gli ultimi metri scavati nel ghiaccio. Ricordo la 
piccola piazzola in cui mettere gli sci e poi il primo tratto della discesa 
ripidissimo.
Credo che l'incoscienza giovanile sia stata fondamentale per affrontare allora 
quella pista!
Che nostalgia!
2: Guest - 5.0 years ago Feb 2, 2012 3:46:33 PM
cimebianche su funivie.org
1: Guest - 5.0 years ago Feb 2, 2012 3:44:35 PM
Sono salito al furghen, ero piccolo mi ricordo un interminabile coda per salire
che mi é costata un intero pomeriggio, la pista era bella, un po' difficile per
me allora ,oggi direi battuta male.
Comunque mi ricordo che il fattorino della funivia c'era il papa' di un mio
amico il caro Roger Botticini, l'arrivo in fossa mi ricordo fu lento e
tribolato, come pure mi sembra ci fossimo fermati un paio di volte salendo.
Una cosa é certa ,visto che ci sono tornato di recente, sicuramente un gran
posto ed un paesaggio sicuramente piu'aperto ed esclusivo del plateau, la vista
sul fondovalle ,davvero lunga ,per non parlare di come si vede il cervino da li.
Comunque spero e sono convinto che solo quando il furghen tornerà alla vita ,la
valle di valtournenche potrà dinuovo assaporare giornate di glorioso turismo
come fu'..
(c)